Book of the Month #9

Benvenuti a questa nuova puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^

La lettura migliore del mese:


Titolo: Balla, sogna, ama
Titolo originale: Bunheads
Autore: Sophie Flack
Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 281
Data di pubblicazione: 29 marzo 2012
Editore: Newton Compton
Collana: Anagramma

Trama:
“Sul palco la sua vita è un sogno. Dietro le quinte, un incubo. È da quando ha nove anni che Hannah Ward si dedica anima e corpo alla danza. E ora, che ne ha solo diciannove, è una delle ballerine più talentuose della prestigiosa Manhattan Ballet di New York. È perfetta, la sua tecnica è impeccabile e quando balla, con le sue flessuose braccia sembra dipingere l’aria. Danzare è la sua vita, il teatro è il suo mondo, diventare prima ballerina il suo sogno. Per realizzarlo ha sacrificato tutto: famiglia, vita privata, tempo libero. Ma quando incontra Jacob, un musicista affascinante e sicuro di sé, che le mostra che esiste una vita diversa e coinvolgente anche lontano dalle luci della ribalta, tutta la sua esistenza crolla. Vuole davvero continuare a combattere e a sopportare sacrifici, diete e competizione? O forse è arrivato il momento di scoprire cosa si nasconde oltre l’elegante sipario rosso? Hannah non sa se sarà capace di rompere la sua gabbia dorata e conquistare una vita normale. Lasciarsi andare infatti è molto difficile. Per riuscirci dovrà aprire il suo cuore e riscoprire quella parte di sé che aveva dimenticato durante la sua ostinata ricerca della perfezione. Anche a costo di perdere tutto.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI
Ho scelto Balla, sogna, ama perché:
Era davvero da molto tempo che un libro non mi prendeva così, mi sono affezionata ai personaggi e l’ho letto tutto d’un fiato.. si è aggiudicato un posto tra i libri più belli degli ultimi tempi.
.

TRAMA: Sicuramente interessante. Nonostante io non sia un’amante della danza mi ha davvero emozionato!
PERSONAGGI: Mi capita raramente di trovare personaggi che mi piacciono, i protagonisti, poi, è praticamente impossibile.. in Balla, sogna, ama invece ho amato Hannah e il suo modo di essere, e mi sono affezionata a tutti.. a Zoe, acida e competitiva, a Jacob e a Bea.. ognuno ha i giusti difetti che mi hanno portata ad amarli.
STILE: Questo è il primo libro di Sophie Flack, e credo che si noti.. lo stile è molto semplice e lineare, anche se a me è piaciuto proprio per questo.
FINALE: Credo che sia un finale importante.. essendo quasi una biografia, la lettura cattura il lettore e lo porta ad attendere con impazienza la scelta finale di Hannah, una scelta che le cambierà la vita..
GODIBILITA’: buonissima
ORIGINALITA’: molto buona
COVER: bella
VOTO MEDIO: 9/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: dai 14 anni in su
GENERE: biografia
SIMILE A: /
CONSIGLIATO A: chi ha voglia di una storia leggera, che catturi e faccia sognare..

* * *
La lettura peggiore del mese:
Titolo: Ossidea-La città del cielo
Autore: Tim Bruno
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 304
Data di pubblicazione: 2011
Editore: Salani

Trama:
“Alla vigilia del suo dodicesimo compleanno, David Dream riceve la lettera che cambierà per sempre la sua vita. Seguendo le indicazioni contenute nel messaggio, il ragazzo trova la porta nel “tempo che si è fermato” e apre il libro incompiuto. D’un tratto una creatura fantastica, ferita e sofferente, irrompe nella sua camera attraverso un varco di luce. Pronunciando parole incomprensibili di una lingua sconosciuta, passa al giovane il testimone di una missione disperata. Il ragazzo suona il taharan, il corno magico che la creatura aveva al collo, e viene proiettato in un luogo misterioso e selvaggio: la Terra di Arcon. David dovrà intraprendere un lungo viaggio per raggiungere la Città del Cielo e salvare il regno degli elfi dal sanguinario esercito di Kahòs; ma un segreto terribile accompagna il giovane della razza degli uomini.”

Ho scelto Ossidea perché:
Mi dispiace davvero dover mettere questo libro come peggiore del mese, soprattutto perché è un libro per bambini.. ma la delusione è stata davvero grande, e purtroppo devo sceglierne uno..

TRAMA: particolarmente banale, in effetti. Il fatto che sia un libro per bambini non da all’autore il diritto di essere banale e piatto.
PERSONAGGI: a distanza di 20 giorni posso dire che non mi hanno lasciato nulla.. David è un ragazzino di 12 anni ma ne dimostra 9, la bellissima Ossidea si vede per sì e no 20 pagine, i cattivi sono più o meno inesistenti.. insomma, nessuno degno di nota, purtroppo.
STILE: semplice, anzi, semplicissimo.
FINALE: Come c’era da aspettarsi hanno troncato il libro proprio quando, dopo quasi 300 pagine, stava finalmente succedendo qualcosa.. logico. E’ un finale che non lascia dubbi: bisognerà comprare il secondo volume.
GODIBILITA’: così così, è molto lento
ORIGINALITA’: bassa
COVER: molto bella
VOTO MEDIO: 6/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 9-11 anni
GENERE: Fantasy per ragazzi
SIMILE A: Il reame perduto, Milla e Sugar, Fairy Oak
CONSIGLIATO A: ai bambini!

Ora tocca a voi! Qual è stata la vostra lettura migliore del mese? E quella peggiore?
Annunci

Book of the Month #8

Benvenuti a questa nuova puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^

La lettura migliore del mese:


Titolo: Fairy Oak-L’incanto del Buio
Autore: Elisabetta Gnone
Prezzo: 16, 90 euro
Pagine: 378
Data di pubblicazione: 2007
Editore: De Agostini
Collana: Fairy Oak

Trama:
“La guerra travolge la valle di Verdepiano. Gli abitanti di Fairy Oak organizzano la difesa, ma il dubbio avvelena i loro animi: il Nemico è riuscito a insinuarsi tra le gemelle? L’Antica Alleanza tra Luce e Buio è spezzata? Nonostante l’affetto di Vaniglia, Pervinca è costretta a fuggire ed è allora che il Nemico sferra l’ultimo attacco. Le mura di Fary Oak sembrano resistere, ma il Signore del Buio ha in serbo una sorpresa che sconvolge gli assediati. Forse però non tutto è come appare. Si conclude con questo terzo episodio il lungo racconto di Felì, la piccola fata luminosa che veglia sulle streghe gemelle di Fairy Oak.”

Ho scelto Fairy Oak-L’incanto del Buio perché:
E’ stato difficile scegliere, considero la trilogia di Fairy Oak come una sola storia, ma la rubrica mi impone di sceglierne uno, e quindi ho optato per quello che mi ha lasciato più emozioni..
TRAMA: particolare e.. fatata! 
PERSONAGGI: i personaggi, insieme alle descrizioni del villaggio, sono forse la cosa che preferisco. Ben delineati, con i loro difetti, ma al tempo stesso unici e perfetti.
STILE: Fairy Oak è un libro dai 9 anni in su, lo stile dell’autrice quindi è semplice e delicato, ma non risulta mai noioso o troppo infantile.
FINALE: molto carino, non delude le aspettative ^^
GODIBILITA‘: buonissima
ORIGINALITA’: molto buona
COVER: bellissima ♥
VOTO MEDIO: 10/10
ETA’ DI LETTURA ADATTA: dai 9 anni in su
GENERE: Fantasy per ragazzi
SIMILE A: Il reame perduto, Cuorenero, Viaggio a Deltora
CONSIGLIATO A: in particolare ai bambini, ma anche agli adulti che amano la fantasia.
* * *
La lettura peggiore del mese:


Titolo: Un Nido di Terra per la Donna Cristallo
Autore: Margaret Gaiottina
Prezzo: 9,80 euro
Pagine: 320
Data di pubblicazione: febbraio 2012
Editore: Mammaeditore

Trama:
“Ricevimento presso la Crossbow Fashion, tutto il glamour della Città Eterna… e in mezzo lei: sandali di strass, seno esuberante, occhi di ghiaccio e labbra scarlatte. 

Non è una visione ma Dorinda Martini, “Icy”, per quei pochi che possono permetterselo. Scettica, in qualità di responsabile finanziario della Crossbow, riguardo all’evento della serata: l’acquisto della mitica coppa dell’immortalità appena fatto da mr. Crossbow. “Una mania del vecchio” pensa Icy. Ma sbaglia.

Per appropriarsene un rapinatore gigantesco e sinuoso spunta dal nulla e stende tre guardie armate. Ma la vista di Icy lo blocca, esita, e questo gli costa la vita.

È così che Icy si troverà tra tombe e sedute spiritiche e che, occhi color tabacco e pelle che profuma di cedro, l’archeologo Anghelos Dimiatridis sarà disposto a tutto per concludere la missione, perfino tornare dall’inferno.

”Io te lo ha detto Icy, questo è grande casino”, borbotta Anita, amica russa spiritista punk. E ha ragione, Icy. Quegli occhi color tabacco potrebbero perfino farti scoprire che non sei poi così fredda.”

Ho scelto Un nido di terra per la donna cristallo perché:
Come avrete notato dalle mie recensioni non ho apprezzato particolarmente nessuno dei tre libri gentilmente inviatomi dalla Mamma editore. Potendo scegliere il peggiore la mia decisione sarebbe stata un’altra, ma devo attenermi a quelli che ho letto durante il mese di aprile, e si da il caso che quello che reputo davvero il peggiore l’abbia letto a fine marzo, quindi opto per questo, che diventa quindi il peggiore del mese.
TRAMA: l’idea di base non era male, ma non è piaciuto particolarmente il modo in cui è stata sviluppata la storia.
PERSONAGGI: qualcuno non mi è proprio piaciuto (come i protagonisti), alcuni li ho odiati (Anita ç_ç), un paio invece li ho apprezzati di più, peccato che fossero quelli secondari. In generale nessuno mi ga colpito particolarmente.
STILE: abbastanza buono, ma non mi ha emozionato.
FINALE: niente di particolare.
GODIBILITA’: così così
ORIGINALITA‘: abbastanza buona
COVER: brutta
VOTO MEDIO: 3/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 15 anni in su
GENERE: Urban fantasy/romance..? o.O”
SIMILE A: /
CONSIGLIATO A: IO non me la sento di consigliarlo.

Book of the Month #7

Benvenuti a questa nuova puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^

La lettura migliore del mese


Titolo: L’eredità di Jenna
Titolo originale: The Fox Inheritance
Autore: Mary E. Pearson
Prezzo: 14,50 Pagine: 448
Data di pubblicazione: 7 marzo 2012
Editore: Giunti
Collana: Y

Trama:
“Tre amici inseparabili, Jenna, Kara e Locke, nel ritorno da una festa, hanno un incidente che si rivela mortale per tutti e tre. In un mondo in cui la medicina tutto può, sebbene i loro corpi non possano essere salvati, c’è un modo per conservare le loro menti, che quindi vengono tenute in vita e intrappolate in un computer. Grazie a un esperimento di biotecnologia avanzata, Jenna si risveglia in un corpo nuovo artificiale. Kara e Locke, invece, vengono a lungo dimenticati in un mondo parallelo, in cui sono in possesso soltanto dei loro sentimenti e dei loro pensieri. Dopo decenni e secoli, finalmente i due riescono a ritrovarsi nelle loro sembianze in due corpi riprodotti in laboratorio. Nel frattempo, però, tutto il mondo intorno a loro è cambiato; nulla è più lo stesso, le persone che amavano non ci sono più. Tutti tranne Jenna Fox.”

Ho scelto L’eredità di Jenna perché:
In realtà ero molto indecisa tra due libri, ma alla fine la scelta è ricaduta sul secondo volume della saga Jenna Fox Chronicles, in particolar modo mi ha colpito il fatto che il secondo libro sia bello quanto il primo.. mi è capitato raramente ^^

TRAMA: Davvero avvicente! C’è più azione rispetto al primo volume, e la storia si fa molto interessante.
PERSONAGGI: Bé, in questo volume conosciamo due personaggi molto importanti, che ho apprezzato molto..
STILE: Buono, come sempre. E’ uno stile senza troppi fronzoli, che permette al lettore di immedesimarsimolto nella storia e di leggerlo tutto d’un fiato.
FINALE: Mi è piaciuto soprattutto il fatto che, nonostate ci sarà un terzo libro, non abbiano troncato di netto la storia.. il finale lascia intendere che i nostri eroi avranno altre avventure da affrontare, ma lascia il lettore in un momento tutto sommato tranquillo ^^
GODIBILITA’: Molto buona
ORIGINALITA’: Molto buona
COVER: Devo dire che le cover, sia del primo che del secondo volume, non mi piacciono troppo.. ma anche quelle originali non sono particolarmente belle.
VOTO MEDIO: 8/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: Dai 13/14
GENERE: Fantascienza/distopico
SIMILE A: Dentro Jenna
CONSIGLIATO A: Chi ha voglia di un romanzo emozionante e diverso dal solito.

La lettura peggiore del mese:


Titolo: Multiversum
Autore: Leonardo Patrignani
Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 368
Data di pubblicazione: 27 marzo 2012
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide

Trama:
“Alex vive a Milano. Jenny vive a Melbourne. Hanno sedici anni. Un filo sottile unisce da sempre le loro vite: un dialogo telepatico che permette loro di scambiarsi poche parole e che si verifica senza preavviso, in uno stato di incoscienza. Durante uno di questi attacchi i due ragazzi riescono a darsi un appuntamento. Alex scappa di casa, arriva a Melbourne, sul molo di Altona Beach, il luogo stabilito. Ma Jenny non c’è. I due ragazzi non riescono a trovarsi perché vivono in dimensioni parallele. Nella dimensione in cui vive Jenny, Alex è un altro ragazzo. Nella dimensione in cui vive Alex, Jenny è morta all’età di sei anni. Il Multiverso minaccia di implodere, scomparire. Ma Jenny e Alex devono incontrarsi, attraversare il labirinto delle infinite possibilità. Solo il loro amore può cambiare un destino che si è già avverato.”

Ho scelto Multiversum perché:
Sarò breve, ho scelto questo libro come peggiore del mese perché mi ha deluso molto.
TRAMA: Il potenziale c’era, poteva essere una storia davvero innovativa.. purtroppo risulta tutto troppo confuso, come se l’autore avesse voluto strafare senza poi spiegare niente, e il libro perde completamente senso.

PERSONAGGI: Possiamo dire che i personaggi sono fondamentalmente due:Alex e Jenny. Gli altri fanno solo da sfondo. Bé, non sono molto caratterizzati, ma in un romanzo simile poteva anche andare bene.. se non fosse che per avere sedici anni sono assolutamente ridicoli. Sembrerebbero averne dodici per quello che fanno e per come ragionano.
STILE: Semplice e di poche pretese
FINALE: C’è un leggero colpo di scena che in effetti migliora un po’ il tutto, ma sicuramente  non basta per rimediare al casino delle 300 pagine che lo precedono.
GODIBILITA’: Così così
ORIGINALITA’: Poteva essere buona
COVER: Molto bella
VOTO MEDIO: 3,5/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 13/14 anni
GENERE: Urban Fantasy
SIMILE A: Non mi viene in mente nulla ç_ç
CONSIGLIATO A: Ai lettori molto giovani

Book of the Month #6 Libri di febbraio

Benvenuti a questa nuova puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^

La lettura migliore del mese


Titolo: Monster High
Autore: Lisi Harrison
Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 238
Data di pubblicazione: 2011
Editore: Sperling & Kupfer
Collana: Pandora

Trama:
“Un nuovo anno scolastico è appena cominciato alla Merston High School di Salem, Oregon. Frankie Stein si aggira per i corridoi timida e un po’ spaesata. Non conosce nessuno in quel liceo, e nemmeno in quella città. E, del resto, come potrebbe? È nata solo 15 giorni prima da un esperimento in laboratorio, proprio come il suo celebre «papà» Frankenstein. Per questo motivo, Frankie si sente un po’ emarginata rispetto ai suoi compagni. Che ingiustizia, però! È così bella e così fashion che meriterebbe di essere la ragazza più popolare della scuola: come potrà mai ambientarsi tra tutte quelle persone così… spaventosamente normali?! Ben presto, però, Frankie si accorge di non essere l’unica “diversa”. Perché alla Merston High i figli dei “mostri illustri” sono ovunque e si nascondono tra gli umani, proprio come lei. Felice di aver finalmente trovato delle amiche – le stra-trendy Draculaura, Clawdeen Wolf e Cleo de Nile – Frankie è pronta a vivere con loro una (quasi) perfetta vita da adolescente. Almeno fino al giorno in cui si innamora perdutamente di Jackson, il figlio segreto del Dr. Jekyll, ed è costretta a lottare con la normalissima – e, a suo dire, banalissima – Melody Carver per conquistarlo. Ci sarà abbastanza spazio alla Merston High per i mostri e per gli umani?”

Ho scelto Monster High perché:
Lo so, può sembrare una scelta strana.. in fondo ho 20 anni xD ma come già sapete questo libro mi ha sorpreso. Pensavo di trovarmi davanti ad una specie di Gossip Girl per bambine, e invece mi è piaciuto davvero! ^^

TRAMA: Sicuramente Monster High ha una delle trame più originali che abbia mai letto. Riesce a mescolare il sovrannaturale (vi ricordo che i protagonisti sono vampiri, zombie, fantasmi e chi più ne ha, più ne metta..), a uno due dei temi più usati: l’adolescenza e la diversità.
PERSONAGGI: Belli belli belli! E sopratutto verosimili! Nonostante siano mostri ognuno ha il suo particolare carattere, le sue reazioni e il suo modo di esprimersi.. sono ben lontani dai personaggi creati con lo stampino che circolano utilmamente.
STILE: Lo stile è, probabilmente, la cosa che mi ha lasciato più stupita! Ho iniziato questo libro consapevole del fatto che fosse pensato per un pubblico dai 10 anni in su, di conseguenza mi aspettavo di leggere una storia semplice.. e invece no! Certo, l’autrice usa un linguaggio lineare e non complicato, ma credo che non abbia niente da invidiare dai numerosi Urban Fantasy / Young Adult usciti ultimamente, anzi, l’o preferito a molti di quelli che sono stati spacciati per capolavori.
FINALE: Bé, trattandosi del primo volume di una serie il finale è aperto, ma diciamo che l’avventura non viene troncata a metà, lasciandoti lì ad imprecare contro gli editori xD c’è un inizio, uno sviluppo e una “conclusione” in cui vengono lasciate in sospeso delle cose che saranno poi svelate nel secondo volume.
GODIBILITA’: Buonissima ^^
ORIGINALITA’: Ottima
COVER: Sono molto indecisa. Da un certo lato la copertina scelta rispecchia il contenuto del libro, ma al tempo stesso lo fa sembrare davvero molto più infantile di quanto in realtà non sia.. diciamo che la cover in sé non è brutta, ma se ne avessero scelta una meno bambinesca forse più lettori si sarebbero avvicinati a questo carinissimo libro.
VOTO MEDIO: 9/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: Dai 10 ai 21/22 anni (parere personale)
GENERE: Per ragazzi
SIMILE A: un Gossip Girl dalle tinte Mostruose! ^^
CONSIGLIATO A: Chi ha voglia di imparare, ridere ed emozionarsi con una storia fresca e particolare.

La lettura peggiore del mese:


Titolo: Il GGG
Titolo originale: The BFG
Autore: Roald Dahl
Prezzo: 12,00 euro
Pagine: 221
Data di pubblicazione: 1982
Editore: Salani
Collana: Gl’Istrici

Trama:
“Sofia non sta sognando quando vede oltre la finestra la sagoma di un gigante avvolto in un lungo mantello nero. È l’Ora delle Ombre e una mano enorme la strappa dal letto e la trasporta nel Paese dei Giganti. Come la mangeranno, cruda, bollita o fritta? Per fortuna il Grande Gigante Gentile, il GGG, è vegetariano e mangia solo cetrionzoli; non come i suoi terribili colleghi, l’Inghiotticicciaviva o il Ciuccia-budella, che ogni notte s’ingozzano di popolli, cioè di esseri umani. Per fermarli, Sofia e il GGG inventano un piano straordinario, in cui sarà coinvolta nientemeno che la Regina d’Inghilterra.”


Ho scelto Il GGG perché:
Come spesso accade, ci tengo a precisare che Il GGG non è un brutto libro. L’ho scelto come peggiore del mese perché fin da bambina è stato uno dei pochi di Dahl a non entusiasmarmi, e in un mese così pieno di belle letture ho dovuto per forza scegliere questo come peggiore.

TRAMA: Sicuramente interessante ^^ i giganti sono creature affascinanti, ma non vengono usati spesso come protagonisti ^^
PERSONAGGI: Così così. Il GGG è un personaggio particolare, com’è giusto che sia, ma confrontandolo con gli altri personaggi di Dahl è qullo che mi ha colpita meno. La bambina invece, Sofia, è una tipica bimba di 8 anni 🙂
STILE: Bé, trattandosi di Roald Dahl direi: fantastico!
FINALE: Carino, niente di entusiasmante.
GODIBILITA’: Abbastanza buona per un pubblico di 7-8 anni
ORIGINALITA’: Buona
COVER: Rispecchia il contenuto del libro, ma non mi piace tantissimo.
VOTO MEDIO: 6/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 7-9 anni
GENERE: Avventura per bambini
SIMILE A: La magica medicina, di Dahl
CONSIGLIATO: Ai bambini vogliosi di amicizia e avventura

Book of the Month #5 Libri di gennaio

Benvenuti a questa nuova puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^

La lettura migliore del mese


Titolo: Jane Eyre
Autore: Charlotte Brontë
Prezzo: 7,00 euro
Pagine: 720
Editore: Giunti
Collana:Y

Trama:
“Dopo un’infanzia difficile, di povertà e di privazioni, la giovane Jane trova la via del riscatto: si procura un lavoro come istitutrice presso la casa di un ricco gentiluomo, il signor Rochester. I due iniziano a conoscersi, si parlano, si confrontano e imparano a rispettarsi. Dal rispetto nasce l’amore e la possibilità per Jane di una vita serena. Ma proprio quando un futuro meraviglioso appare vicino, viene alla luce una terribile verità, quasi a dimostrare che Jane non può essere felice, non può avere l’amore, non può sfuggire al suo destino. Rochester sembra celare un tremendo segreto: una presenza minacciosa si aggira infatti nelle soffitte del suo tetro palazzo.”

Ho scelto Jane Eyre perché:
Erano anni che volevo leggere questo classico, e ha addirittura superato le mie aspettative, sempre che ciò sia possibile. L’ho assolutamente adorato e spero di poterla fare diventare una lettura annuale ^^

TRAMA: Affascinante! L’idea che una ragazza povera e umile come Jane riesca a fare tutta quella strada e superi in modo ammirevole tutte le difficoltà della vita non lascia certo indifferente.
PERSONAGGI: Bé, ho amato Jane, come credo abbiano fatto tutti quelli che hanno letto il libro. Jane è forte, razionale, e non ha paura di percorrere il suo cammino.. ma al tempo stesso non rifiuta l’amore e l’affetto. Ho fatto più fatica ad apprezzare Rochester, ma alla fine mi ha conquistata ^^
STILE: I classici vengono spesso visti come mattoni pesanti e noiosi, pieni di descrizioni prolisse.. sinceramente è da poco che mi interesso ai classici, quindi le ipotesi sono due: o ho avuto la fortuna di iniziare dal solo classico dallo stile scorrevole, semplice e fresco, oppure questo genere è davvero mal visto.
FINALE: Assolutamente perfetto ^^ alcuni lo reputano triste, io credo che sia estremamente giusto.
GODIBILITA’: Buonissima. Scorre piacevolmente, la storia appassiona e i personaggi sono molto ben caratterizzati.
ORIGINALITA’: Buona. L’alone di mistero che circonda Rochester e Thornfield è certamente una delle cose più importanti del libro, che affascina il lettore.
COVER: Io ho l’edizione della Giunti, che ha una cover davvero bellissima ♥_♥
VOTO MEDIO: 10/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 14 anni
GENERE: Classico
SIMILE A: /
CONSIGLIATO A: Chi ha voglia di allontanarsi per un po’ dai soliti generi già letti e straletti, buttandosi a capofitto in un’avventura misteriosa d’altri tempi.

La lettura peggiore del mese

Titolo: La discesa dei luminosi
Autore: Ilenia Provenzi e Silvia Loiacono
Prezzo: 14,50 euro
Pagine: 448
Data di pubblicazione: 25 gennaio 2012
Editore: Giunti Collana: Y

Trama:
“2012 L’Apocalisse è vicina e tra le calli di una romantica Venezia si aggira un ragazzo biondo, così bello da non sembrare umano. Jude è un abitante di Aurora, un mondo popolato dai Luminosi, creature perfette simili agli dèi, ed è venuto sulla Terra in missione per conto del padre. Il potente Damon gli ha ordinato di trovare un antico codice Maya, l’unico strumento in grado di salvare l’umanità dalla catastrofe che è stata profetizzata. Durante le sue ricerche Jude si imbatte in Viola, una studentessa ostinata e razionale il cui passato è legato drammaticamente al codice misterioso. Sullo sfondo della laguna di Venezia, delle colline toscane e delle rovine del Messico, i destini dei protagonisti si intrecciano vorticosamente coinvolgendo non solo altri che come loro sono sulle tracce del codice, ma l’intera umanità.”

Ho scelto La Discesa dei Luminosi perché:
In poche parole, l’ho scelto perché non mi ha convinto. Non mi ha emozionato, stupito o incuriosito. Non basta scegliere un argomento “originale” per scrivere un capolavoro.
TRAMA: Originale, sì. Il 2012 è finalmente arrivato e inizia a parlarsi sempre di più della profezia Maya. Queste due autrici hanno deciso di farlo inserendo l’argomento in un Urban Fantasy, niente da ridire.
PERSONAGGI: Pessimi, caratterizzati male e molto finti. Molti mi sono risultati addirittura antipatici, e il fatto che i due protagonisti siano tra questi non ha certo migliorato la lettura.
STILE: Semplice e scorrevole, ma non amo i romanzi scritti a più mani, e questo non fa eccezione.
FINALE: Normale. Tipico finale da primo libro di una saga/serie.
GODIBILITA’: Nel mio caso bassa. Ci sono tante cose che non ho apprezzato, ed è uno dei tipici rimanzi in cui i difetti sovrastano i pregi.
ORIGINALITA’: Buona per il tema scelto, pessima per i personaggi e mille cliché che li accompagnano.
COVER: Carina
VOTO MEDIO: 5/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 13/14 anni
GENERE: Urban Fantasy
SIMILE A: / 
CONSIGLIATO A: Chi ama i libri incentrati sui misteri e sulle profezie, ma semplici.

Book of the Month #4 Libri di dicembre

Benvenuti a questa nuova puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^

La lettura migliore del mese:

Titolo: Il rovescio del buio
Autore: Francesca Petrizzo
Prezzo: 17, 50 euro Pagine: 213
Data di pubblicazione: 2011
Editore: Frassinelli
Collana: Narrativa

Trama:
“Marta ha diciott’anni e non è come gli altri. A renderla diversa è il dolore muto che ritrova a casa ogni giorno, quello che tutti in famiglia fìngono di non provare, per recitare la commedia di un futuro possibile. Quel dolore ha un nome, Marco, suo fratello. Lui è malato e Marta non si rassegna alla crudele ingiustizia della sorte, si punisce per non essere lei la prescelta, chiudendosi in un silenzio fatto di quieta disperazione. Finché un giorno Stefano, il più bello e bravo della classe, il ragazzo su cui lei aveva fantasticato senza che lui se ne accorgesse mai, comincia a corteggiarla con delicata tenerezza, lasciandole il tempo di aprirsi, di condividere qualche ora di tregua nel tunnel buio di giornate scandite dalla pena per l’amato fratellino. Marta si aggrappa a Stefano in un groviglio di sentimenti che mescola la gioia di sentirsi viva, desiderata, a un feroce senso di colpa. E una notte – dopo aver appreso la sentenza definitiva sul destino di Marco – fa l’amore con Stefano, fuggendo poi al mattino senza una parola. Marta non sa ancora quanto può essere fragile il cuore di un uomo.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI ^^
Ho scelto Il rovescio del buio perché:
Devo ammetterlo: questo è stato un mese fantastico in fatto di letture! *_* scegliere il migliore è stato davvero difficile. Alla fine ho optato per questo, per un motivo ben preciso: l’indecisione era tra Il rovescio del buio e Il Segreto degli Undici, ma siccome a quest’ultimo avevo già dedicato parecchi post ho scelto di dare spazio ad un libro diverso.. e Il rovescio del buio meritava di stare qui, questo mese ^^
TRAMA: Buona, buona, buona! Insomma, bella bella bella! ^^ L’autrice ci mette davanti ad un mondo che conosciamo, quello degli adolescenti.. ma ce lo stravolge così, sotto agli occhi, facendoci crollare addosso tutto ciò che ci stava intorno.
PERSONAGGI: Reali, credibili e ben caratterizzato. Il tipo di personaggi a cui non ti affezioni davvero, ma quando il libro finisce ti lasciano un piccolo vuoto.. perché è come se fossero sempre stati lì.
STILE: Francesca Petrizzo ha il solito stile che, ormai lo sapete, amo: crudo, diretto, graffiante.. wow!
FINALE: Il finale, il finale.. e che finale!!! ♥_♥ ragazze, se amate i lieto fine, state lontane da questo libro!
GODIBILITÀ: Ottima
ORIGINALITÀ: Ottima
COVER: Non particolarmente bella, ma rispecchia bene la protagonista e il contenuto del libro, quindi direi che va più che bene 🙂
VOTO MEDIO: 9/10 (ma in realtà sto cercando di ricordarmi perché non gli ho dato 10/10.. Uhm..)

ETÀ DI LETTURA ADATTA: 16 anni
GENERE: Drammatico
SIMILE A: Wintergirls, Voglio vivere prima di morire
CONSIGLIATO A: Chi ha voglia di una storia mozzafiato e dolorosa
La lettura peggiore del mese:

Titolo: L’amore delle donne
Autore: AA.VV
Prezzo: 15,00 euro
Pagine: 211
Data di pubblicazione: novembre 2011
Editore: MontaG

Trama:
“Le donne amano. Di un amore unico. L’amore per un uomo, per un figlio, per un padre, l’amore per la vita. Le donne ci insegnano come amare e, è vero, sono l’altra metà del cielo, ma solo quella più limpida, più vera. E noi ve la racconteremo.”


Potete leggere la mia recensione cliccando QUI ^^

Ho scelto L’amore delle donne perché:
In realtà questa racconti non è brutta, assolutamente! L’ho letta con piacere, e alcune storie mi hanno davvero toccata.. semplicemente è stato sfortunato: questo mese, senza impegni di lettura obbligatoria, ho letto dei libri che mi hanno emozionata moltissimo.. quindi questo a dovuto fare un po’ da ruota di scorta per Book of the Mont ^^”
TRAMA: Più che trama qui si tratta di argomento, e l’argomento non può che essere interessante ^^
STILE: Certo, trattandosi di racconti di molti autori diversi mi è impossibile dare un giudizio vero e proprio.. alcuni racconti mi sono piaciuti di più, altri di meno. Sicuramente il giudizio è positivo, in generale.
PERSONAGGI: Scusate ma a questa non posso proprio rispondere xD
FINALE: Okay, questo libro non era adatto alla rubrica, ho capito -.-“
GODIBILITÀ: Buona
ORIGINALITÀ: Bé, non moltissima, ma per un argomento simile l’originalità non conta, credo..
COVER: Devo dire che mi è piaciuta. La donna in copertina da proprio un senso di femminilità ^^
VOTO MEDIO: 3/5

ETÀ DI LETTURA ADATTA: 15 anni
GENERE: Antologia
SIMILE A: /
CONSIGLIATO: A chi cerca racconti brevi e toccanti

Book of the Month #3 Libri di Novembre

Benvenuti alla terza puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^
La lettura migliore del mese:


Titolo: Io sono di legno
Autore: Giulia Carcasi
Prezzo: 11,00 euro
Pagine: 140
Data di pubblicazione: 11 gennaio 2007
Editore: Feltrinelli

Trama:
“Una madre e una figlia. La figlia tiene un diario e la madre lo legge. Alla storia di anaffettività, di sentimenti negati o traditi della giovane Mia, Giulia risponde con la propria storia segnata da quell'”essere di legno” che sembra la malattia, il tormento di entrambe. È come se madre e figlia si scrutassero da lontano, o si spiassero, immobilizzate da una troppo severa autocoscienza. Bisogna tornare indietro. E Giulia lo fa. Torna a riflettere sulla giovinezza ferita dall’egoismo e dalla prepotenza di una sorella falsamente perbenista, sul culto delle apparenze della madre e sul conforto che le viene da una giovane monaca peruviana, Sofia. Torna a rivivere i primi passi da medico, fra corsie e sale operatorie, il matrimonio con un primario, la lunga attesa di una maternità sofferta e desiderata. Più la storia di Giulia si snoda nel buio del passato, più affiorano misteri che chiedono di essere sciolti. E il legno si ammorbidisce. Ma per madre e figlia l’incontro può solo avvenire a costo di pagare il prezzo di una verità difficile, fuori da ogni finzione.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI

Ho scelto Io sono di legno perché:
Ho scelto questo libro come “Migliore del mese” perché, oltre ad essermi piaciuto moltissimo, è una di quelle storia che so mi rimarrà dentro per molto tempo. Questa giovane autrice ha uno stile fresco ed emozionante, di quelli capaci di farmi sorridere ^^
TRAMA: La trama di Io sono di legno è abbastanza semplice, ma la storia di Mia e Giulia ha qualcosa di speciale, vi catturerà! ^^
STILE: Come dicevo già qui sopra, quando si tratta di Giulia Carcasi non posso fare a meno di lodare il suo stile fresco, pulito e ad effetto. Sarà che questo tipo di stile, nei libri, mi affscina sempre e mi fa sentire davvero parte della storia, non so..
PERSONAGGI: Le protagoniste dei libri sono due, madre e figlia, Giulia e Mia. La storia ruota intorno a loro, ma i veri personaggi di questo libro ci vengono presentati attraverso gli occhi e i ricordi di queste due forti donne, capaci di rendere reali anche le persone che non sono “realmente” presenti.
FINALE: Un finale dolce e tranquillo per questa bellissima storia, che non delude e, anzi, lascia un sorriso sulle labbre ^^
GODIBILITA’: Ottima
ORIGINALITA’: Buona
COVER: Bella e fedele al contenuto del libro
VOTO MEDIO: 8/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 14/15 anni
GENERE: Romanzo
SIMILE A: Ma le stelle quante sono
CONSIGLIATO A:  Chi ha voglia di una storia breve ma intensa e scorrevole
La lettura peggiore del mese:


Titolo: Il domani che verrà
Titolo originale: Tomorrow, When the War Began
Autore: John Marsden
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 250
Data di pubblicazione: 16 settembre 2011
Editore: Fazi
Collana: Lain

“Da qualche parte, là fuori, Ellie e i suoi amici si stanno nascondendo. Sono sotto shock, terrorizzati, soli. Non hanno armi, solo il loro coraggio. Non possono contare su nessuno, solo su se stessi. Non gli rimane più nulla, solo la loro amicizia. Il loro paese è stato invaso. Le loro famiglie sono state impriogionate. Otto ragazzi sfideranno l’inferno per riconquistare il loro futuro.”

Sullo sfondo di un avveniristico scenario da Terza Guerra Mondiale, i giovani protagonisti esplorano la natura della paura e della violenza e scoprono il coraggio di lottare per il loro futuro.

Trama:
“Australia, contea di Wirrawee. Nella campagna vicino Melbourne la vita scorre lenta e monotona, ma otto ragazzi hanno trovato un modo di sconfiggere la noia che li assale ogni estate: una gita nella natura selvaggia del bush australiano. Macchina, bagagli, tende, provviste, tutto è pronto per una nuova avventura. Hell è la loro destinazione: una radura luminosa e isolata che sarà la loro casa per una settimana, un paradiso chiamato Inferno. Davanti al fuoco a raccontarsi storie, a scambiarsi i primi baci e leggere classici di altri tempi, gli otto ragazzi non sanno che al loro ritorno la vita non sarà più la stessa. Le loro case vuote, i loro animali domestici morti, un’aurea di desolazione che avvolge ogni cosa. L’Australia è stata occupata dalle forze militari, i cittadini sono stati rinchiusi in prigione: tra i detenuti ci sono i loro genitori, i loro fratelli e sorelle. Affrontando paure e indecisioni, gli otto ragazzi decidono di combattere, sapendo di essere i soli nelle cui mani c’è ancora una possibilità di salvezza, di riprendersi il loro domani.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI

Ho scelto Il domani che verrà perché:
Questo non è assolutamente un brutto libro (come in fondo la maggior parte di quelli che finisco sotto “Il libro peggiore del mese”), ma è stato sicuramente quello più deludente.
TRAMA: La trama di questo libro è originale, e al tempo stesso non lo è: dopo essere stati in campeggio da soli, per una settimana, Ellie e i suoi amici trovano la loro città invasa da forze militari nemiche, e saranno costretti ad adattarsi a questa nuova vita, facendo ciò che possono per sopravvivere e per salvare famigliari e vicini, tenuti prigionieri. Non so a voi, ma a me sembrava una storia ipoteticamente nuova, seppur già vista ^^
STILE: Come ho già ripetuto più volte nella recensione, il problema di questo libro sta proprio nello stile, che è decisamente troppo semplice e lineare per una storia del genere. Sembra di leggere un libro di guerra addolcito all’inverosimile e scritto da un ragazzino.
PERSONAGGI: Ellie e i suoi compagni vengono caratterizzati poco, quel tanto che basta per permettere al lettore di distinguerli.
FINALE: Leggermente deludente
GODIBILITA’: Così così
ORIGINALITA’: Abbastanza buona
COVER: Bella
VOTO MEDIO: 6/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 14 anni
GENERE: Young Adults
SIMILE A: The Enemy, di Charlie Higson
CONSIGLIATO A: Chi ha voglia di una storia d’avventura

Che ne pensate dei nostri libri del mese? E quali sono i vostri? La migliore e la peggiore lettura di novembre per voi qual è stata?