Book of the Month #3 Libri di Novembre

Benvenuti alla terza puntata di Book of the Month!
Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Se volete saperne di più cliccate QUI ^^
La lettura migliore del mese:


Titolo: Io sono di legno
Autore: Giulia Carcasi
Prezzo: 11,00 euro
Pagine: 140
Data di pubblicazione: 11 gennaio 2007
Editore: Feltrinelli

Trama:
“Una madre e una figlia. La figlia tiene un diario e la madre lo legge. Alla storia di anaffettività, di sentimenti negati o traditi della giovane Mia, Giulia risponde con la propria storia segnata da quell'”essere di legno” che sembra la malattia, il tormento di entrambe. È come se madre e figlia si scrutassero da lontano, o si spiassero, immobilizzate da una troppo severa autocoscienza. Bisogna tornare indietro. E Giulia lo fa. Torna a riflettere sulla giovinezza ferita dall’egoismo e dalla prepotenza di una sorella falsamente perbenista, sul culto delle apparenze della madre e sul conforto che le viene da una giovane monaca peruviana, Sofia. Torna a rivivere i primi passi da medico, fra corsie e sale operatorie, il matrimonio con un primario, la lunga attesa di una maternità sofferta e desiderata. Più la storia di Giulia si snoda nel buio del passato, più affiorano misteri che chiedono di essere sciolti. E il legno si ammorbidisce. Ma per madre e figlia l’incontro può solo avvenire a costo di pagare il prezzo di una verità difficile, fuori da ogni finzione.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI

Ho scelto Io sono di legno perché:
Ho scelto questo libro come “Migliore del mese” perché, oltre ad essermi piaciuto moltissimo, è una di quelle storia che so mi rimarrà dentro per molto tempo. Questa giovane autrice ha uno stile fresco ed emozionante, di quelli capaci di farmi sorridere ^^
TRAMA: La trama di Io sono di legno è abbastanza semplice, ma la storia di Mia e Giulia ha qualcosa di speciale, vi catturerà! ^^
STILE: Come dicevo già qui sopra, quando si tratta di Giulia Carcasi non posso fare a meno di lodare il suo stile fresco, pulito e ad effetto. Sarà che questo tipo di stile, nei libri, mi affscina sempre e mi fa sentire davvero parte della storia, non so..
PERSONAGGI: Le protagoniste dei libri sono due, madre e figlia, Giulia e Mia. La storia ruota intorno a loro, ma i veri personaggi di questo libro ci vengono presentati attraverso gli occhi e i ricordi di queste due forti donne, capaci di rendere reali anche le persone che non sono “realmente” presenti.
FINALE: Un finale dolce e tranquillo per questa bellissima storia, che non delude e, anzi, lascia un sorriso sulle labbre ^^
GODIBILITA’: Ottima
ORIGINALITA’: Buona
COVER: Bella e fedele al contenuto del libro
VOTO MEDIO: 8/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 14/15 anni
GENERE: Romanzo
SIMILE A: Ma le stelle quante sono
CONSIGLIATO A:  Chi ha voglia di una storia breve ma intensa e scorrevole
La lettura peggiore del mese:


Titolo: Il domani che verrà
Titolo originale: Tomorrow, When the War Began
Autore: John Marsden
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 250
Data di pubblicazione: 16 settembre 2011
Editore: Fazi
Collana: Lain

“Da qualche parte, là fuori, Ellie e i suoi amici si stanno nascondendo. Sono sotto shock, terrorizzati, soli. Non hanno armi, solo il loro coraggio. Non possono contare su nessuno, solo su se stessi. Non gli rimane più nulla, solo la loro amicizia. Il loro paese è stato invaso. Le loro famiglie sono state impriogionate. Otto ragazzi sfideranno l’inferno per riconquistare il loro futuro.”

Sullo sfondo di un avveniristico scenario da Terza Guerra Mondiale, i giovani protagonisti esplorano la natura della paura e della violenza e scoprono il coraggio di lottare per il loro futuro.

Trama:
“Australia, contea di Wirrawee. Nella campagna vicino Melbourne la vita scorre lenta e monotona, ma otto ragazzi hanno trovato un modo di sconfiggere la noia che li assale ogni estate: una gita nella natura selvaggia del bush australiano. Macchina, bagagli, tende, provviste, tutto è pronto per una nuova avventura. Hell è la loro destinazione: una radura luminosa e isolata che sarà la loro casa per una settimana, un paradiso chiamato Inferno. Davanti al fuoco a raccontarsi storie, a scambiarsi i primi baci e leggere classici di altri tempi, gli otto ragazzi non sanno che al loro ritorno la vita non sarà più la stessa. Le loro case vuote, i loro animali domestici morti, un’aurea di desolazione che avvolge ogni cosa. L’Australia è stata occupata dalle forze militari, i cittadini sono stati rinchiusi in prigione: tra i detenuti ci sono i loro genitori, i loro fratelli e sorelle. Affrontando paure e indecisioni, gli otto ragazzi decidono di combattere, sapendo di essere i soli nelle cui mani c’è ancora una possibilità di salvezza, di riprendersi il loro domani.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI

Ho scelto Il domani che verrà perché:
Questo non è assolutamente un brutto libro (come in fondo la maggior parte di quelli che finisco sotto “Il libro peggiore del mese”), ma è stato sicuramente quello più deludente.
TRAMA: La trama di questo libro è originale, e al tempo stesso non lo è: dopo essere stati in campeggio da soli, per una settimana, Ellie e i suoi amici trovano la loro città invasa da forze militari nemiche, e saranno costretti ad adattarsi a questa nuova vita, facendo ciò che possono per sopravvivere e per salvare famigliari e vicini, tenuti prigionieri. Non so a voi, ma a me sembrava una storia ipoteticamente nuova, seppur già vista ^^
STILE: Come ho già ripetuto più volte nella recensione, il problema di questo libro sta proprio nello stile, che è decisamente troppo semplice e lineare per una storia del genere. Sembra di leggere un libro di guerra addolcito all’inverosimile e scritto da un ragazzino.
PERSONAGGI: Ellie e i suoi compagni vengono caratterizzati poco, quel tanto che basta per permettere al lettore di distinguerli.
FINALE: Leggermente deludente
GODIBILITA’: Così così
ORIGINALITA’: Abbastanza buona
COVER: Bella
VOTO MEDIO: 6/10

ETA’ DI LETTURA ADATTA: 14 anni
GENERE: Young Adults
SIMILE A: The Enemy, di Charlie Higson
CONSIGLIATO A: Chi ha voglia di una storia d’avventura

Che ne pensate dei nostri libri del mese? E quali sono i vostri? La migliore e la peggiore lettura di novembre per voi qual è stata?

WWW Wednesdays #18

Benvenuti nell’Antro di Ombre Angeliche, per la nuova puntata della rubrica WWW Wednesdays, che come al solito ci tiene compagnia il mercoledì ^^ Vi ricordo che WWW Wednesdays è una rubrica americana conosciuta sul blog “Should Be Reading“. La rubrica è semplice e carina, e tutti possono partecipare. Come? Basta rispondere a queste tre domande:

-What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
-What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
-What do you think you’Il read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)

What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)
Ho finalmente potuto iniziare Il segreto degli undici, gentilmente inviatomi dall’autrice, e mi sta piacendo davvero molto *_* purtroppo la lettura procede lenta (per via di impegni vari, non del libro), ma da un certo lato ne sono contenta di non averlo divorato in due giorni.. ^^






What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
Ho appena finito Quattro meno tre, la storia vera di una donna che, dopo aver perso il marito e i due figli piccoli in un terribile incidente, trova ancora la forza di vivere, e di scrivere la sua esperienza.
Potete leggere la mia recensione cliccando QUI ^^
What do you think you’Il read next? (Quale sarà il prossimo libro che leggerai?)
In realtà non ho ancora deciso.. Dicembre sarà un mese pieno di impegni, ci saranno Speciali e Giveaway.. per non parlare di andare a cercare gli ultimi regali! ^^ cercherò, se possibile, di leggere cose leggere ^^

Top Ten Tuesday #8 – I dieci libri da leggere quest’inverno

Questa rubrica, che ci terrà compagnia il martedì: si chiama Top Ten Tuesday, ed è stata creata dal blog The Broke and the Booklish. Durante questo appuntamento settimanale ci si occuperà di.. liste: ogni settimana verrà stilata una lista libresca con un tema sempre diverso, proposto direttamente dal blog The Broke and the Booklish. Top Ten Tuesday è aperta a tutti! Potete partecipare commentando, oppure potete adottare questa rubrica per i vostri blog ^^

Il tema di questa settimana è..
I dieci libri da leggere questo inverno
(Ragazzi, scusate per il post fatto un po’ con i piedi, ma oltre ad un mal di testa allucinante sto anche preparando gli Speciali di Natale e sono sull’orlo di una crisi isterica ^^” er questa volta a 10 libri non ci arrivo..)

1. Ghostgirl-Il risveglio, di Tonya Hurley
Ho ricevuto questo libro il mese scorso, a compleanno, e non vedo l’ora di leggerlo ♥_♥ le avventure di Charlotte mi avevano ammaliata con il primo volume, e DEVO assolutamente sapere come proseguono ^^
2. Io sono un gatto, di Natsume Soseki
Anche questo ricevuto da poco, sono davvero curiosissima, e vorrei riuscire a leggerlo nei prossimi mesi ^^ 
3. Scomparsa, di Chevy Stevens
Questo libro mi fa un effetto calamita.. so che mi metterà angoscia, ma sono impaziente di poterlo iniziare *_*
4. Giorni di zucchero, fragole e neve, di Sarah Addison Allen
Dicembre è alle porte, e questo libro farà sicuramente parte delle mie letture invernali 😀 
5. Le cronache di Narnia, di C.S. Lewis
Penso di averlo già detto, ma per sicurezza mi ripeterò ^^ Ho amato il volume “Il leone, la strega e l’armadio”, letto alle elementari, e da anni smanio di leggere l’intera saga.. ma, ahimè, mi è stata brutalmente spoilerata la fine (che tu possa finire spiaccicata dalla tua libreria U.U), e di conseguenza la mia voglia di leggerlo passa da mille a zero, a dipendenza di come mi gira U.U

Teaser Tuesdays #17

Come sempre vi do il benvenuto su Ombre Angeliche per una nuova puntata di Teaser Tuesdays, la rubrica ideata da MizB del blog Should Be Reading.
Partecipare è semplice, basta seguire le regole qui sotto:

-Prendi il libro che stai leggendo
-Aprilo ad una pagina a caso
-Trascrivine un breve pezzo facendo attenzione ad evitare spoilers
-Riporta titolo e autore del libro

Il mio teaser:
Il segreto degli undici, di Deborah Epifani (ho chiuso il libro senza segnare la pagina ç_ç)

Gwinever ricomparve in salotto con una pila di ingombranti volumi sotto braccio e una candela rossa in mano. Appoggiò tutto sul tavolo, si sedette di fronte ad Aron e schioccò due dita. Delle scintille le sprizzarono tra pollice e indice. La maga le accostò allo stoppino e la candela rossa si accese con un sibilo. Poi la fissò sul legno facendovi colare alcune gocce di cera liquida.
«Se sei pronto, Aron, cominciamo.»

Blog Notes #1

Buongiorno a tutti ^^
Vi do come sempre il benvenuto nell’Antro Oscuro di Ombre Angeliche, che questo lunedì mattina vi porta delle notizie.. ^^ a partire da questa settimana si aggiungeranno alcune rubriche molto interessanti, e una di queste è proprio “Blog Notes“. Posterò la rubrica di lunedì mattina, per riassumere gli impegni settimanali del blog ^^ questo serve a me per fare ordine, e spero possa essere utile anche a voi per sapere quando vengono postate le rubriche, le recensioni o i post che vi interessa leggere ^^
E diamo il via alla prima puntata!

Settimana dal 28 novembre al 4 dicembre:
-Lunedì: Blog Notes (:P)
-Martedì: Teaser Tuesdays + Top Ten Tuesday
-Mercoledì: WWW Wednesdays + Book of the Month
-Giovedì: Post con intervista audio a Rowan + La copertina del mese + Cambio grafica (Winter Edition)
-Venerdì: Angolo di libreria (nuova rubrica)
-Sabato: In My Mailbox + Crazy Readers
-Domenica: Wish List

Senza data certa:
-Recensione “Il segreto degli undici”
-Post “I 100 libri da leggere”


-Ro-

Wish List #14

Bentornati nell’Antro di Ombre angeliche. Come ogni domenica vi presento brevemente i 5 libri più interessanti aggiunti alla mia Lista dei Desideri questa settimana, sperando di farvi scoprire qualche titolo interessante ^^

La casa dei bambini speciali di Miss Peregrine, di Ransom Riggs

Quali mostri popolano gli incubi del nonno di Jacob, unico sopravvissuto allo sterminio della sua famiglia di ebrei polacchi? Sono la trasfigurazione della ferocia nazista? Oppure sono qualcosa d’altro, e di tuttora presente, in grado di colpire ancora? Quando la tragedia si abbatte sulla sua famiglia, Jacob decide di attraversare l’oceano per scoprire il segreto racchiuso tra le mura della casa in cui, decenni prima, avevano trovato rifugio il nonno Abraham e altri piccoli orfani scampati all’orrore della Seconda guerra mondiale. Soltanto in quelle stanze abbandonate e in rovina, rovistando nei bauli pieni di polvere e dei detriti di vite lontane, Jacob potrà stabilire se i ricordi del nonno, traboccanti di avventure, di magia e di mistero, erano solo invenzioni buone a turbare i suoi sogni notturni. O se, invece, contenevano almeno un granello di verità, come sembra testimoniare la strana collezione di fotografie d’epoca che Abraham custodiva gelosamente. Possibile che i bambini e i ragazzi ritratti in quelle fotografie ingiallite, bizzarre e non di rado inquietanti, fossero davvero, come il nonno sosteneva, speciali, dotati di poteri straordinari, forse pericolosi? Possibile che quei bambini siano ancora vivi, e che – protetti, ma ancora per poco, dalla curiosità del mondo e dallo scorrere del tempo – si preparino a fronteggiare una minaccia oscura e molto più grande di loro?

90 minuti in paradiso, di Don Piper e Cecil Murphey

L’incredibile esperienza di un ministro di culto che ha trascorso 90 minuti in paradiso per poi tornare in vita. L’autore illustra in questo libro la sua straordinaria vicenda: dopo un incidente stradale nel quale venne dato per morto, ha potuto sperimentare la gloria dell’aldilà, la sua bellezza e la sua musica. Dopo ben 90 minuti dall’incidente, mentre un sacerdote pregava per lui, Don Piper è tornato alla vita, portando con sé il ricordo nitido e inalterato di questa incredibile vicenda.

The Familiars-Le magiche avventure del gatto, del gufo e del saggio ranocchio, di Adam Jay Epstein e Andrew Jacobson

Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata nella terra di Vastia. Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici che da sempre accompagnano maghi e streghe nelle loro avventure. Ma Aldwyn non sa nulla di magia: lui sa solo rubare il pesce, dormire sui tetti e fuggire da cani e pescivendoli infuriati. Eppure, tra tanti altri animali, il maghetto Jack sceglie proprio lui e lo conduce a Stone Runlet, dove il potente mago Kalstaff guida una famosa scuola di stregoneria. Tra i suoi apprendisti ci sono anche Marianne e Dalton, con i loro famigli: una rana pasticciona, Gilbert, che dovrebbe avere la capacità di predire il futuro ma in realtà pensa solo a catturare mosche, e una ghiandaia blu, Skylar, saccente e altezzosa. Ma il mago non avrà il tempo di insegnare ai suoi allievi tutto ciò che sa. Tre stelle che danzano in cielo annunciano infatti che un’antica profezia sta per compiersi. Tutta Vastia è in pericolo e solo tre giovani eroi potranno salvarla. E quando i maghi verranno rapiti, toccherà ai tre famigli partire per un’incredibile avventura, affrontando orrobestie furiose, streghe cannibali, occhi volanti e tutti i pericoli che la magia nera può scagliare sul loro cammino…

Strega d’aprile, di Axelsson Majgull

Gravemente disabile, da cinquantanni Desirée trascorre la vita in un letto d’ospedale. Anche se non può camminare e non riesce più a parlare, è dotata di un’intelligenza eccezionale e, con l’aiuto di un computer e di un dottore, con cui negli anni si è instaurato un particolarissimo rapporto sentimentale, ha imparato a comunicare con il mondo estemo, ottenendo straordinari risultati nello studio della fisica quantistica. Col tempo, grazie all’insistenza del medico, la donna è anche riuscita a ricostruire la sua storia: la mamma l’ha abbandonata alla nascita e, dopo la morte del marito, ha poi adottato tre bambine che ignorano l’esistenza di questa quarta sorella molto speciale. Sì, perché Desirée è una “Strega d’aprile” e come tale possiede la straordinaria capacità di uscire con la mente dal proprio corpo, una dote che ha usato finora per seguire la vita della madre e di quelle che considera delle intruse che hanno rubato un’esistenza destinata a lei. Ma adesso è arrivato il momento della resa dei conti. Un giorno le tre sorelle ricevono una lettera misteriosa che le costringe a rivedere il proprio passato e il presente, mettendo in moto una complessa rete di ricordi, rimpianti e scontri che porteranno a un finale sconvolgente.

La scoperta dell’amore, di Kaho Miyasaka vol.1 (manga)

Il nuovo, romantico manga di Kaho Miyasaka, autrice di “Lui, il primo amore”! Nulla è in grado di prepararci a vivere la nostra prima storia d’amore, neppure i videogiochi di appuntamenti su cui Kotori, la protagonista, insiste tanto a impegnarsi. Infatti, quando l’amore in carne e ossa si presenta davanti a lei, nelle sembianze di un bellissimo ragazzo che ha il suo stesso cognome, tutto è diverso da come pensava! Perché la realtà supera sempre l’immaginazione, ed è assolutamente imprevedibile…

In My Mailbox #26

In My Mailbox è la rubrica settimanale ideata da Kristi del blog The Story Siren, che consiste nel presentare i libri comprati, scambiati o ricevuti dagli amici, parenti o, nei casi più fortunati, dalle case editrici.
Questa settimana, senza rendermene conto, ho fatto scorta di libri dalla copertina verde xD

Perdersi, di Lisa Genova

Alice ha lavorato sodo per raggiungere i suoi obiettivi e ora, a quasi cinquant’anni, sente di avercela finalmente fatta. Dopo anni di studio, di notti in bianco e libri di psicologia, ha coronato il suo sogno, è una scienziata di grido, insegna a Harvard e viene chiamata dalle più prestigiose università per tenere conferenze. E poi c’è il suo più grande orgoglio, la famiglia: il marito John, un brillante esperto di chimica, che non riesce a trovare gli occhiali neppure quando li indossa, e i loro figli, Anna, Tom e Lydia, tutti e tre realizzati, anche se ognuno a modo suo. All’improvviso, però, tutto cambia. All’inizio sono solo piccole dimenticanze: una parola sulla punta della lingua che non riesce a ricordare, il numero di uova nella ricetta del pudding natalizio, quello che prepara fin da bambina. E poi un giorno, dopo il giro di jogging quotidiano, Alice si ritrova in una piazza che è sicura di conoscere ma che non sa dove si trovi. Si è persa, a pochi metri da casa. Qui comincia il suo viaggio tra le corsie d’ospedale, a caccia del male che sta cancellando i suoi ricordi. Quando le viene diagnosticata una forma presenile di Alzheimer, tutto ciò in cui Alice ha sempre creduto pare sgretolarsi. E anche la sua famiglia, che l’aveva sempre considerata un pilastro indistruttibile, perde ogni certezza e fatica ad accettare la nuova Alice, che in certi momenti è quella di sempre, ma che in altri sembra una sconosciuta, fragile e indifesa. Insieme dovranno affrontare il dolore. Insieme si scopriranno diversi e impareranno ad amarsi in un modo nuovo.

Non ti muovere, di Margaret Mazzantini

Una giornata di pioggia e di uccelli che sporcano le strade, una ragazza di quindici anni che scivola e cade dal motorino. Una corsa in ambulanza verso l’ospedale. Lo stesso dove il padre lavora come chirurgo. È lui che racconta l’accerchiamento terribile e minuzioso del destino. Il padre in attesa, immobile nella sua casacca verde, in un salotto attiguo alla sala operatoria. E in questa attesa, gelata dal terrore di un evento estremo, quest’uomo, che da anni sembra essersi accomodato nella sua quieta esistenza di stimato professionista, di tiepido marito di una brillante giornalista, di padre distratto di un’adolescente come tante, è di colpo messo a nudo, scorticato, costretto a raccontarsi una verità straniata e violenta. Parla a sua figlia Angela, parla a se stesso. Rivela un segreto doloroso, che sembrava sbiadito dal tempo, e che invece torna vivido, lancinante di luoghi, di odori, di oscuri richiami. Con precisione chirurgica Timoteo rivela ora alla figlia gli scompensi della sua vita, del suo cuore, in un viaggio all’indietro nelle stazioni interiori di una passione amorosa che lo ha trascinato lontano dalla propria identità borghese, verso un altro se stesso disarmato e osceno.

Ho un castello nel cuore, di Dodie Smith

Cassandra ha diciassette anni e da grande farà la scrittrice. Intanto si esercita tenendo un diario, custode dei segreti di una famiglia stravagante. I Mortmain vivono in un incantevole castello in rovina. Sono praticamente sul lastrico. Il padre è un eccentrico scrittore in crisi d’ispirazione; la sua seconda moglie, Topaz è una bellissima modella con la passione del nudismo. Rose, sorella maggiore di Cass, è molto bella e molto decisa a sposare un uomo ricco. Poi ci sono i ragazzi: Thomas, il fratellino, e Stephen, bellissimo figlio dell’ex governante, innamorato da sempre di Cass. La vita dei Mortmain cambia per sempre all’arrivo dei vicini di casa: americani, ricchissimi, allegrissimi. Per Rose è un’occasione da non perdere, per Cass è l’inizio di una straordinaria avventura di sentimenti nient’affatto ragionevoli.

E voi, cos’avete trovato nella vostra cassetta delle lettere? ^^

Novità Newton Compton

Venerdì: giorno di pulizie.
Con lo straccio in mano, i gatti che corrono come due schizzati fatti di caffeina, e il filo dell’aspirapolvere attorcigliato al piede, ci tenevo davvero a farvi conoscere questi due bellissimi libri usciti ieri in libreria per la Newton Compton ^^

The Familiars, di A.J. Epstein & A. Jacobson

Titolo: The Familiars
Autori: A.J. Epstein & A. Jacobson
Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 256
Data di pubblicazione: 24 novembre 2011
Casa Editrice: Newton Compton
Collana: Nuova Narrativa Newton
Trama:
“Tre animali prodigiosi. Tre maghi da salvare. Un romanzo scritto con la bacchetta magica. Aldwyn è un gatto randagio che vive alla giornata nella terra di Vastia. Mentre sta scappando dalle grinfie di un accalappiagatti, finisce in un negozio che vende famigli, animali con poteri magici che da sempre accompagnano maghi e streghe nelle loro avventure. Ma Aldwyn non sa nulla di magia: lui sa solo rubare il pesce, dormire sui tetti e fuggire da cani e pescivendoli infuriati. Eppure, tra tanti altri animali, il maghetto Jack sceglie proprio lui e lo conduce a Stone Runlet, dove il potente mago Kalstaff guida una famosa scuola di stregoneria. Tra i suoi apprendisti ci sono anche Marianne e Dalton, con i loro famigli: una rana pasticciona, Gilbert, che dovrebbe avere la capacità di predire il futuro ma in realtà pensa solo a catturare mosche, e una ghiandaia blu, Skylar, saccente e altezzosa. Ma il mago non avrà il tempo di insegnare ai suoi allievi tutto ciò che sa. Tre stelle che danzano in cielo annunciano infatti che un’antica profezia sta per compiersi. Tutta Vastia è in pericolo e solo tre giovani eroi potranno salvarla. E quando i maghi verranno rapiti, toccherà ai tre famigli partire per un’incredibile avventura, affrontando orrobestie furiose, streghe cannibali, occhi volanti e tutti i pericoli che la magia nera può scagliare sul loro cammino…”


*———————*———————*

Il gatto con gli stivali e tante altre storie di gatti


Titolo: Il gatto con gli stivali e tante altre storie di gatti
Autore: Vari
Prezzo: 4,90 euro
Pagine: 432
Data di pubblicazione: 24 novembre 2011
Casa editrice: Newton Compton
Collana: Grandi Tascabili Economici
Trama:
“«Chi possiede una natura raffinata e delicata può comprendere un gatto. Le donne, i poeti e gli artisti lo tengono in grande considerazione, perché comprendono la squisita delicatezza del suo sistema nervoso; in realtà, solo chi è rozzo non riesce a capire la naturale distinzione di questo animale», scriveva nell’Ottocento il romanziere francese Champfleury. Chiunque abbia avuto il piacere di godere dell’amicizia di questo felino non può che essere d’accordo. Fin dai tempi più antichi il gatto ha infatti condiviso la sua vita con l’uomo, dando al rapporto un’impronta particolare, fatta di tenera seduzione (cosa c’è di più irresistibile delle sue fusa?), indipendenza ostentata, affetto e insieme distacco. E una buona dose di intelligenza e furbizia, come testimonia la favola più conosciuta che lo vede protagonista, quella del Gatto con gli stivali. Spesso la sua innata eleganza e quel senso di superiorità e mistero che gli brilla nello sguardo ne hanno fatto un animale sacro o diabolico, a seconda delle epoche e dei Paesi. Questo libro raccoglie, insieme alla fiaba di Perrault, un gran numero di racconti, poesie e brani di romanzi dedicati ai gatti da parte dei più grandi scrittori di tutti i tempi.”
  Gli Autori: Charles Perrault • Charles Baudelaire • Lewis Carroll • Charles Dickens • Ralph Waldo Emerson • Aldous Huxley • John Keats • Abraham Lincoln • Nikolaj Rimskij-Korsakov • William Shakespeare • Percy Bysshe Shelley • Oscar Wilde • Émile Zola…

Cover Shift #1

Buon pomeriggio a tutti ^^ oggi vi presento la nuova rubrica in collaborazione con la mia gemellina Angelica ^^

Rowan e Angelica sono tornate a propinarvi una nuova rubrica e no, non avete letto male il titolo, è proprio così! Infatti, questa rubrica “Scambio di copertine” nasce dal fatto che ogni tanto ci accorgiamo che le copertine non hanno niente che c’entri davvero con la trama del libro. Sappiamo benissimo che non si giudica un libro dalla copertina, ma abbiamo pensato che potesse essere simpatico mostarvi le cover che secondo noi hanno meno a che fare con il contenuto del libro.
In più vi mostreremo in ogni puntata una delle nostre cover preferite ^^
La rubrica verrà postata di giovedì, ogni due settimane, ed entrambe le cover potranno essere vecchie, nuove, italiane o straniere, non importa da dove arrivano 🙂

Cover Shift: Innamorata di un Angelo, di Federica Bosco


Trama:
“Una mattina ti svegli e sei un’adolescente. Così, senza un avvertimento, dall’oggi al domani, ti svegli nel corpo di una sconosciuta che si vede in sovrappeso, odia tutti, si veste solo di nero e ha pensieri suicidi l’84% del tempo. E io non tacevo eccezione”. Questa è Mia, sedici anni, ribelle, ironica, determinata, sempre pronta ad affrontare con tenacia le incertezze della sua età: scuola, compagni, genitori separati, e un rapporto burrascoso con la madre single che la adora, ma è una vera frana in fatto di uomini. Mia insegue da sempre un grande e irrinunciabile sogno: entrare alla Royvai Ballet School di Londra, la scuola di danza più prestigiosa al mondo, dove le selezioni sono durissime e il costo della retta è troppo alto per una madre sola. A complicare la sua vita c’è l’amore intenso e segreto per Patrick, il fratello della sua migliore amica, un ragazzo così incantevole e unico da sembrare un angelo, che però la considera una sorella minore. La passione per la danza e quella per Patrick sono talmente forti e indissolubili che Mia non sarebbe mai in grado di rinunciare a una delle due. Fino a quando il destino, inevitabile e sfrontato, la metterà davanti a una delle più dolorose e difficili scelte della sua vita.”

Ho scelto questa cover perché fin dal primo istante, dopo aver aperto il libro, ho capito che ancora una volta gli editori avevano usato l’immagine per catturare i lettori. Peccato che, per quanzo la cover sia bella, non rispecchia il contenuto del libro. Il titolo e la ragazza con l’abito gotico in copertina fanno pensare ad un Urban Fantasy, spero di non essere la sola ad aver immaginato un contenuto del genere, e invece mi sono trovata davanti ad una storia normalissima, adolescenziale, che poteva tranquillamente essere uno dei tanti TVUKDB per ragazzine.

Una delle mie cover preferite: La vera storia di Capitan Uncino, di P.D. Baccalario


Ho amato questa copertina dall’esatto istante in cui l’ho vista ♥___♥ e non solo perché sono una fan accanita di Peter Pan a Capitan Uncino, ma perché questa immagine rappresenta il malvagio Capitano in un modo in cui non l’abbiamo mai visto: come un ragazzo. Bellissimo il soprabito e i capelli scompigliati dal vento che soffia, presumibilmente, sul mare.. sì, mi piace davvero moltissimo!

Recensione "Quattro meno tre"

Il racconto toccante di una donna che ha perso il marito e i due figli in un tragico incidente 
e che ha avuto la forza di continuare a vivere

Titolo: Quattro meno tre
Autore: Barbara Pachl-Eberhart
Prezzo: 16,00 euro
Pagine: 288
Data di pubblicazione: ottobre 2011
Editore: Armenia

Anche se si è clown professionisti, non è facile trovare la forza di alzarsi dal letto la mattina quando la propria famiglia, nel giro di pochi secondi, viene sterminata da un terribile incidente. Questa è la storia di una donna e della sua lotta contro il mondo delle tenebre, della sua capacità di reagire alla morte di suo marito e dei suoi bambini, del suo coraggio e della sua forza.

Trama:
Barbara Pachl-Eberhart descrive, sotto forma di diario, ogni aspetto del tragico evento che in un giorno qualunque ha cambiato la sua vita per sempre. Dal terribile shock iniziale alla disperazione che è seguita alla perdita dei familiari (il marito e i figli), passando dalla solitudine all’apatia e al desiderio di rimanere attaccata ai ricordi, come se i suoi cari fossero ancora accanto a lei, Barbara esprime un dolore che va al di là di ogni immaginazione. Non le mancano però il coraggio e la forza di andare avanti. Grazie al sostegno degli amici, ai piccoli gesti quotidiani e alle migliaia di lettere inviatele sia da conoscenti sia da estranei, Barbara arriva ad arrendersi alla realtà, a rendersi conto che la sua vita è cambiata e che lei stessa dovrà farlo se vuole ricominciare. E così, dopo quasi un anno dalla tragedia, abbandona la sua casa, ritrova l’amore, ricomincia a cercare la felicità e, finalmente, a vivere ancora.”


L’autrice:


BARBARA PACHL-EBERHART e’ nata a Vienna. Ha studiato flauto presso l’Universita’ di Musica e Spettacolo di Vienna e ha completato gli studi per diventare insegnante di scuola primaria. Dal 2000 lavora come clown presso il Roten-Nasen-Clowndirector Kinder, associazione di clown che opera con i bambini a livello pedagogico nelle scuole e negli ospedali. E’ autrice di canzoni per bambini.

Stelle: 4/5

La mia recensione:
Barbara è una donna come tante altre, è una moglie e una madre. È altruista, e lavora come clown per i bambini malati. La sua vita è felice, serena, perfetta. Fino una terribile giornata di marzo, in cui un incidente disastroso le porta via il marito e i due figli piccoli. Barbara ci racconta la sua esperienza, il suo dolore, il suo lutto, nel tentativo di aiutare le persone a capire cosa succede nella testa di chi perde, all’improvviso, tutto ciò che ha di più caro al mondo.
Forse avrete notato che non ho messo la valutazione in stelline, per questo libro. Una, due, cinque, dieci. Come si valuta il dolore? Io non proprio non lo so. Quattro meno tre non è un libro da valutare, da apprezzare.. non è una storia, un racconto: è una testimonianza. La voce di una donna che è riuscita a riprendersi da questo dolore così grande, da questo buco nero che minaccia costantemente di inghiottirla.
La prima metà del libro è la più intensa e la più triste. Una volta finito il secondo pacchetto di fazzoletti ho lasciato perdere e sono passata senza troppa eleganza al rotolo di carta igenica.
Barbara ci racconta la giornata dell’incidente, i giorni in ospedale, la morte dei suoi bambini, la mancanza di suo marito e tutto ciò che la situazione comporta: isolamento, depressione, malinconia, dolore.
Credo che ciò che l’abbia davvero salvata dal baratro sia il fatto che la capacità di pensare positivo e di vedere la gioia nella vita a questa donna non mancano, e nonostante l’enorme vuoto nel cuore si farà forza di vivere, per lei, per i suoi amici, per la sua famiglia: per i suoi angeli.
“Non farà male, non farà male,
di sicuro non come tu credi.
Non farà male come vuoi, e non credere che ti colpirà
proprio dove
starebbe bene a te,
perché lì hai concentrato le tue difese.

Ma farà male in modo completamente diverso,
con altre parole, con un altro suono,
e farà male, tante volte, questo è certo.”
La vita di Barbara verrà però risollevata da un nuovo e profondo amore, che la aiuterà a superare i momenti più difficili e insieme saranno in grado di costruire una nuova strada verso il futuro.
Affrontare questo percorso insieme a Barbara non è semplice, nonostante il coinvolgimento del lettore sia altamente attutito, ma è bello sapere che qualcuno, tutto sommato, riesce ad andare avanti.
Il libro che ho scritto nell’arco di un anno tra poco verrà terminato e finirà esposto sugli scaffali delle librerie. Le sue righe troveranno la pace, nell’oscurità all’interno della copertina. Il suo contenuto, però, io continuerò a portarlo con me, a ogni passo della mia vita.
-Barbara Pachl-Eberhart-
Citazioni:
La quotidianità non è più importante, essere al settimo cielo diventa un mantello protettivo che, finché lo si porta, è più forte di qualunque dolore. Più forte dell’angoscia. Più forte perfino della morte.
Nessuno può toglierci il dolore. Chi lo affronta può sentirsi come un eroe.
Il lutto non procede in modo lineare, non va “pian piano meglio”. Procede a ondate e, anche se magari adesso si sta vivendo un momento eccelso, già il giorno dopo si può cadere più in basso che mai.

Consigli:
Durata della lettura: 7 giorni
Cibo/bevanda: thé caldo
Da leggere: a letto
Voglia di: andare avanti