Book of the Month #1

Benvenuti alla prima puntata di Book of the Month! Book of the Month è una rubrica ideata e creata da Il portale segreto e Ombre Angeliche, nata per fare un bilancio mensile sulle nostre letture. Si tratta semplicemente di indicare la lettura migliore e la lettura peggiore del mese spiegandone il motivo e naturalmente indicandovi trama e dati. Questo non significa che il libro migliore sarà bellissimo e il peggiore sarà brutto o che non vale la pena di leggerlo, semplicemente tra i libri che abbiamo letto durante il mese indicheremo quello che ci è piaciuto di più e quello che, per qualche motivo, ci ha entusiasmate meno rispetto agli altri. Book of the Month vi offrirà anche dei consigli e delle indicazioni, sempre riguardanti i due libri del mese, in modo che possa risultarvi più facile e veloce capire se il libro fa per voi! Posteremo la rubrica alla fine di ogni mese e speriamo di vedere partecipare anche voi indicandoci nei commenti che ne pensate delle nostre scelte, o quali sono i vostri libri del mese, oppure inserendo voi stessi un post sul vostro blog con la nostra rubrica. La lettura migliore di settembre è stata:

La lettura migliore di settembre è stata:
Titolo: Promessi vampiri
Autore: Beth Fantaskey
Prezzo: 16,50 euro
Pagine: 512
Data di pubblicazione: 2010
Editore: Giunti (collana Y)
Trama:

“Un liceo, una ragazza e un vampiro irresistibile: non troppo originale come inizio per un romanzo, si potrebbe pensare Tuttavia questo libro lascia l’orda di fan di Twilight interdetta sin dall’inizio. Jessica Packwood, una semplice liceale patita di matematica, entra nel panico quando, a pochi mesi dal suo diciottesimo compleanno, un ragazzo rumeno, Lucius Vladescu, compare sulla sua soglia per informarla che lui e lei sono entrambi vampiri (appartenenti alle due più potenti e rivali famiglie) e sono promessi sposi sin dalla nascita. Come se non bastasse, i suoi genitori adottivi confermano la versione del ragazzo, ribadendo che anche i suoi veri genitori fossero, di fatto, dei vampiri. Lucius inizia un corteggiamento serrato nei confronti della sua promessa, ma dopo essere stato rifiutato più volte, rivolge le sue attenzioni verso la bellissima cheerleader della scuola. Jessica si trova così a dover lottare per riconquistare il suo principe, evitare una guerra fra vampiri e salvare l’anima del suo Lucius dalla dannazione eterna.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI
Ho scelto Promessi vampiri perché:
Ho scelto Promessi vampiri come libro migliore del mese perché, nonostante la mia fosse solo una rilettura in vista dell’uscita del secondo volume (previsto per il mese prossimo), il libro è riuscito a farmi ridere e a divertirmi. Ha le sue lacune, è vero, ma continua ad essere uno degli Urban Fantasy più piacevoli pubblicati dopo il boom di Twilight.
TRAMA: A primo impatto potrebbe sembrare uno dei tanti urban fantasy usciti sulla scia ti Twilight, ma Promessi vampiri ci porta in un mondo completamente diverso, dove la protagonista non cade tra le braccia del bel vampiro ma, anzi, nemmeno gli crede! Dal canto suo, il vampiro tenebroso non cosparso di glassa come Edward. Lucius è un vero principe vampiro vampiro, addestrato in Romania per stare a capo del suo esercito. Originale e assolutamente piacevole.
STILE: Lo stile della Fantaskey è molto scorrevole, forse in alcuni punti risulta un po’ scontata, ma niente di irritante.
PERSONAGGI: I personaggi di Promessi vampiri sono bel stilati, purtroppo la protaginista, Jessica, è risultata molto mediocre e infantile.. in alcuni casi oserei dire quasi tonta. Durante questa seconda rilettura è stata sopratutto lei a non farmi apprezzare a pieno il libro.
FINALE: Il libro inizia bene, ma verso metà subisce un calo drastico, che spesso mi ha portata a chiedermi che accidenti mi impedisse di saltare a piè pari un bel centinaio di pagine. Fortunatamente si risolleva molto in un finale sorprendente e inteso.
GODIBILITÀ: Buona
ORIGINALITÀ: Buona
COVER: Come spesso accade, la copertina italiana non tiene testa a quella originale, e questo libro non fa eccezione. Non è una brutta cover, chiaramente. Gli alberi glitterati/argentati sono molto carini, e la coppia dovrebbe raffigurare, ovviamente, i due protagonisti, ma.. si poteva fare di meglio.
VOTO MEDIO: 7/10
ETÀ DI LETTURA ADATTA: 13/14 anni
GENERE: Urban fantasy
SIMILE A: Il bacio dell’angelo caduto, di Becca Fitzpatrick
CONSIGLIATO A: consigliato a chi è in cerca di una storia intensa e piena di sorprese
La lettura peggiore di settembre è stata:
Titolo: Come una bestia feroce
Autore: Edward Bunker
Prezzo: 13,50 euro
Pagine: 358
Data di pubblicazione: 1997
Editore: Einaudi (stile libero-Noir)
Trama:

“Edward Bunker, fra tutti gli scrittori americani di noir, è quello con la biografia più maledetta. Condannato un paio di volte per crimini di varia natura, ha riscoperto in carcere la vocazione dello scrittore. I suoi romanzi sono viaggi senza protezione nel mondo della criminalità quotidiana. Nelle sue pagine il noir perde qualsiasi coloritura romanticheggiante o redentrice, nulla oltre un naturalismo spietato a descrivere un mondo dove la rabbia irrigidisce il dito sul grilletto e ogni fuga appare illusoria, quando non decisamente terrorizzante. Il protagonista del romanzo è un ex delinquente di Los Angeles che, dopo aver inutilmente cercato di riadattarsi alla vita normale, sceglie di rituffarsi nella “sicurezza” del crimine.”

Potete leggere la mia recensione cliccando QUI
Ho scelto Come una bestia feroce perché:
Lo abbiamo già specificato nell’introduzione, lo so, ma ci tengo a ripete che il libro “peggiore” del mese, non per forza è un libro brutto o che sconsigliamo di leggere. È semplicemente la lettura che per un motivo o per l’altro ci ha emozionate meno degli altri. Nel mio caso per settembre ho scelto Come una bestia feroce, di Edward Bunker. Dicono che sia uno dei migliori libri Noir mai scritti, lodato da Quentin Tarantino e da Niccolò Ammaniti. Per me è il primo libro polizesco/noir, e devo dire che non mi è affatto discpiaciuto. Finisce come “peggiore” del mese per il semplice fatto che, non essendo assolutamente il mio genere, l’ho apprezzato un po’ meno.
TRAMA: Molto intensa ed incalzante. Come una bestia feroce non lascia tempo al lettore di respirare e pensare, lo travolge in un mondo di droga rapine e fughe, dal quale è possibile riemergere solo all’ultima pagina.
STILE: Lo stile Bunker è crudo e senza giri di parole. Come una bestia feroce rispecchia una parte della sua vita, e l’autore lo ha scritto in prigione, mentre scontava una delle tante pene per rapina.
PERSONAGGI: Molto reali e ben costruiti, Max Dembo si fa amare pur essendo un ladro e un bugiardo.
FINALE: Ho solo un aggettivo: sorprendente!
GODIBILITÀ: buona
ORIGINALITÀ: molto buona
COVER: bella e attinente al romanzo
VOTO MEDIO: 3/5
ETÀ DI LETTURA ADATTA: 16 anni
GENERE: Noir
SIMILE A: non posso dare consigli perché, come ho già detto, è il primo Noir che leggo
CONSIGLIATO A: chi ha voglia di adrenalina e storie forti


Che ne pensate dei nostri libri del mese? E quali sono i vostri? La migliore e la peggiore lettura di settembre per voi qual è stata?

WWW Wednesdays #9

Buon pomeriggio ^^
Sono stanca stanca e ho mal di testa, quindi non mi dilungo troppo: purtroppo per questa settimana devo mandarvi al post della settimana scorsa, perché non ho ancora finito Oksa Pollock e il mondo visibile, e di conseguenza i miei piani di lettura sono rimasti uguali ^^

Per leggere il post della scorsa settimana, clicca QUI.

Frasi e citazioni #8

Ormai lo sapete: sono ossessionata dalle frasi. Citazioni, poesie, dediche.. mi affascinano ♥_♥

Mi piacerebbe raccoglierle tutte anche qui sul blog, man mano che le scovo, così da condividerle con voi ^^
Se anche voi avete delle citazioni preferite, non esitate a lasciarmele in un commento, sarei felice di scoprire nuove frasi! 🙂

“Peggio del far parlare di sé c’è solo il non far parlare di sé.”
(Oscar Wilde)
“Per il mondo sono stata qualcuno, ma il mio sogno era essere il mondo per qualcuno.”
(gg)
“Come fai a vedere nei miei occhi
 Porte aperte che ti guidano dentro di me
 Sono stordita e senz’anima
 Il mio spirito dormirà da qualche parte al freddo
 Fino a quando tu non lo troverai e riporterai a casa.”
(Evanescence)
“Gli occhi degli altri sono la nostra prigione;
 I loro pensieri le nostre gabbie.”
(Virginia Woolf)
“Ti uccideresti per la stima,
 ti uccideresti per non fermarti mai.
 Hai rotto un altro specchio,
 ti stai trasformando in qualcosa che non sei.”
(Radiohead)
“Non cercare di spiegare il tuo amore
 L’amore che non si può mai raccontare;
 Poiché il vento gentile si muove
 Silenzioso, invisibile.”
(William Blake)
“Quando credi che la notte ti abbia invaso la mente,
 E dentro sei confuso e cattivo,
 Lascia che ti mostri che sei cieco.
 Per favore abbassa le mani perché io ti vedo.
 Sarò il tuo specchio.”
(Lou Reed)

Frasi e citazioni #7

Vi svelo una cosa: sono ossessionata dalle frasi. Citazioni, poesie, dediche.. mi affascinano ♥_♥
Mi piacerebbe raccoglierle tutte anche qui sul blog, man mano che le scovo, così da condividerle con voi ^^
Se anche voi avete delle citazioni preferite, non esitate a lasciarmele in un commento, sarei felice di scoprire nuove frasi! 🙂

“Così, brutalmente, i tre piccoli Darling impauriti capirono quale differenza esiste tra un’isola nata dalla fantasia e la stessa isola divenuta realtà.”
(James Matthew Barrie-Peter Pan)


“Mi sono svegliato di soprassalto con la certezza di averlo perso, e mi sono immediatamente reso conto che se n’era andato. Quando vuoi bene a una persona, capisci subito se si trova in pericolo.”
(David Almond-Skelling)


“Non oso,
 non oso scriverlo,
 se muori.”
(Pablo Neruda-La morta)


“L’oscurità ha sempre avuto il suo ruolo. Senza di essa, come faremmo a sapere quando camminiamo nella luce? È solo quando le sue ambizioni diventano troppo grandiose che devono essere contrastate, domate, a volte, se è necessario, abbattute per un po’.”
(Clive Barker-Abarat, Giorni di magia, notti di guerra)


“Svettano alti gli scaffali di libri, curvi
 sotto il peso di migliaia di anime dormienti.
 Silenzio, pieno di speranza.
 Ogni volta che apro un libro,
 un’anima si risveglia.”
(Xi Chuan-Books)


“In ogni battito mi pareva sentirlo cantare:
 sto così male, così male, così male;
 oh, Morte, cosa aspetti ad arrivare?”
(Frances Cornford-The Watch)


“L’inchiostro più sbiadito è migliore della memoria migliore.”
(Proverbio cinese)

Teaser Tuesdays #8

Nuova puntata per Ombre Angeliche! Oggi è martedì, e con piacere vi posto la settimna puntata della rubrica Teaser Tuesdays, ideata da MizB di Should Be Reading. Tutti possono partecipare e le regole sono semplici:

-Prendi il libro che stai leggendo

-Aprilo ad una pagina a caso

-Trascrivine un breve pezzo, facendo attenzione ad evitare spoilers

-Riporta titolo e autore del libro
 
Il mio Teaser:
Oksa Pollock e il mondo invisibile, pagina 306
 
“Si era dimostrata davvero un’amica agendo in quel modo? Notando l’indifferenza di McGraw nei suoi confronti, doveva sospettare che avrebbe cercato un altro bersaglio, facendola pagare all’amico alla prima occasione. Lo aveva allontanato, insinuando pubblicamente accuse ingiuste e calunniose. Oksa sapeva quanto profondamente quel genere di allusioni lo ferisse. Se soltanto avesse riflettuto prima di agire… Aveva ancora molto da imparare. E non soltanto in fatto di Granulogia.”

Frasi e citazioni #6

Vi svelo una cosa: sono ossessionata dalle frasi. Citazioni, poesie, dediche.. mi affascinano ♥_♥
Mi piacerebbe raccoglierle tutte anche qui sul blog, man mano che le scovo, così da condividerle con voi ^^

“Che il libro rubato o prestato e non restituito si muti in serpe e stritoli nelle sue spire il ladro.
Di pietra dovrà costui diventare, che le sue membra si riducano in polvere.
Languire in agonia dovrà, e pietà gridare,
che le sue sofferenze perdurino fino all’ultimo rantolo di morte.
Che le sue viscere siano rose dai vermi e, quando infine giungerà il giorno del giudizio, che le fiamme dell’inferno lo consumino per l’eternità”
(Maledizione contro i ladri di libri, Alberto Manguel-A History of Reading)


“La Via prosegue senza fine
 Lungi dall’uscio dal quale parte.
 Ora la Via è fuggita avanti,
 Devo inseguirla a ogni costo
 Rincorrendola con piedi alati
 Sin all’incrocio con una più larga
 Dove si uniscono piste e sentieri.
 E poi dove andrò? Nessuno lo sa.”
(J.R.R.Tolkien-Il signore degli anelli)


“Mi mostrò il libro. «Te lo leggo per farti rilassare.»
 «Parla di sport?»
 «Scherma. Lotta. Tortura. Veleno. Vero amore. Odio. Vendetta. Giganti. Cacciatori. Uomini malvagi. Uomini buoni. Belle dame. Serpenti. Ragni. Bestie di ogni natura e tipo. Dolore. Morte. Uomini coraggiosi. Uomini codardi. Gli uomini più forti. Inseguimenti. Fughe. Menzogne. Verità. Passione. Miracoli.»
«Sembra okay.» dissi e chiusi gli occhi.”
(William Goldman-La storia fantastica)


“E quale bambino non ha pensato di vedere in cielo, una notte d’estate in cui non vuole prendere sonno, il veliero di Peter Pan? Voglio insegnarti a vedere quel veliero.”
(Roberto Cotroneo-Se una mattina d’estate un bambino)


“Le storie, i romanzi, le favole assomigliano agli esseri viventi e forse anche lo sono. Hanno la testa, le gambe, la circolazione del sangue e i vestiti, proprio come gli esseri umani.”
(Erich kästner-Emilio e i detective)


“Ne parlò al Re, sperando che le proibisse di far partire il figlio, ma lui disse: «Be’, cara, è vero che le avventure giovano fin da piccoli. Le avventure ti entrano nel sangue anche se poi le dimentichi.»”
(Eva Ibbotson-Passaggio segreto al binario 13)


“Lieta di quelle lacrime, Trilly sporse le sue belle piccole dita per sentirle scorrere. Parlò anche, ma la sua voce era così fioca ormai che a tutta prima Peter non capì quanto diceva. Poi capì. Trilly stava dicendogli che era certa di guarire subito se i bambini avessero creduto ancora alle fate.”
(James Matthew Barrie-Peter Pan)

Wish List #6

Benvenuti alla sesta puntata della rubrica Wish List di Ombre Angeliche ^^ 
Oggi la posto tardi perché è il compleanno della mia stupenda mamma e siamo stati fuori tutto il giorno ^^
Questa settimana è davvero dufficile per me postarvi la Wish List, perché si sono aggiunti alla mia Lista dei desideri moltissimi libri! Ci provo, ci provo..

Il divoratore, di Lorenza Ghinelli
“Denny ha solo sette anni, una madre tossica, un padre folle e alcolizzato, dei compagni di scuola che lo maltrattano e lo considerano pazzo. Quando è solo, per vincere il terrore inventa filastrocche inquietanti. Ha un unico amico, che si fa chiamare Uomo dei Sogni: è un vecchio crudele, trasandato, con un bastone in mano. Se qualcuno fa del male a Denny, l’Uomo dei Sogni non perdona. Arriva e vendica. Pietro di anni ne ha quattordici. È un autistico geniale col dono del disegno. Unico testimone oculare delle aberranti sparizioni di alcuni ragazzini, Pietro fa la sola cosa che gli riesce in modo esemplare: disegna ciò che ha visto. E ciò che ha visto è agghiacciante. Nessuno gli crede, nessuno tranne la sua educatrice professionale. Alice: quei disegni le tolgono il sonno e la precipitano nell’incubo, le ricordano qualcosa che molti anni prima aveva cercato di rimuovere… Ma ora il passato ritorna e travolge. E deve essere fermato.”
L’ombra e il bagliore, di Jack London
“Paul e Lloyd. Simili come due gocce d’acqua. Nell’aspetto e nel carattere. Belli, aitanti, intelligenti. Superbi. E perennemente in competizione tra loro. Nel gioco, nello studio, in amore. E nella ricerca. Non importa a chi per primo venne l’idea di diventare invisibile. Vi si gettarono entrambi a corpo morto, come sempre. E come sempre con lo scopo di aver ragione l’uno dell’altro. Eliminare le rifrazioni della luce era l’obiettivo di entrambi. Seguirono strade opposte. Lloyd quella del nero assoluto, Paul quella della trasparenza. Tutti e due raggiunsero lo scopo, e diventarono invisibili. Ma non riuscirono, Lloyd a eliminare l’ombra, Paul il bagliore. In un’ultima, definitiva, competizione furono l’ombra e il bagliore a cimentarsi. E a distruggersi reciprocamente. Anche Fabian Negrin ha raccolto la sfida illustrando per la prima volta il racconto di Jack London. Tavole sovrapposte per raccontare l’identità nella diversità. Disegni su carta trasparente per rendere l’invisibile. Pagine bucate per far scomparire, progressivamente, l’immagine. Tutto in un frenetico alternarsi di chiari e di scuri che, pagina dopo pagina, si fanno sempre più luminosi, sempre più neri. Così neri da sfidare la vista più acuta.”
Una stella tra i rami del melo, di Annabel Pitcher

“Tutti continuavano a dire che col tempo sarebbe passata, ma Jamie sa che è solo una di quelle bugie che i grandi dicono nelle situazioni difficili. Da quando sua sorella Rose è morta in un attentato sono passati cinque anni, e ora è peggio che mai: il papà beve, la mamma se n’è andata con un altro e a Jamie sono rimaste tante domande a cui deve rispondere da solo. Anche sua sorella Jasmine, la gemella di Rose, non sembra essersi ripresa: si è tinta i capelli di rosa, si è fatta un piercing e ha smesso di mangiare. Jamie però ha deciso di salvarsi: gioca con il suo gatto Roger, pensa alla maglietta di Spider-Man che desidera tanto e fa amicizia con Sunya, una bambina musulmana, cercando di tenerlo nascosto al padre. Quando un giorno vede alla tv l’appello per partecipare a una trasmissione di giovani talenti, sogna che possa essere un modo per salvare la sua famiglia… Sullo sfondo del piccolo mondo di Jamie rimbombano le grandi questioni dell’umanità,ma è la sua voce trasparente e pura, sono i suoi occhi ingenui di bambino che danno la misura della forza che hanno solo le cose essenziali: l’amore della mamma, la verità della morte, l’immensità della vita.”

La prima volta avevo sei anni, di Isabelle Aubry
“Ci sono storie talmente terribili da colpire il cuore di chi ha il coraggio di stare a ascoltare. La storia di Isabelle, per esempio. Una bambina di appena sei anni costretta a subire gli abusi del padre che, protetto dal silenzio, profana il suo corpo e la sua anima. Una storia sporca che si trascina finché, raggiunta l’adolescenza, Isabelle trova il coraggio di ribellarsi e di denunciare il suo violentatore. La galera per il mostro che l’ha messa al mondo, però, non basta a cancellare un male così grande. Anche perché lo stupratore se la cava con soli sei anni di prigione. Isabelle cresce ma l’orrore che ha vissuto è sempre dentro di lei. E quell’orrore che, da ragazza, la spinge verso il baratro della prostituzione. E è sempre quell’orrore a impedirle di vivere con serenità qualunque relazione sentimentale e a renderle impossibile accettare anche la sola idea di diventare madre.”
La cacciatrice di anime, di Darynda Jones
“Charley è tutto fuorché una donna comune, e fra piste da seguire, tracce da decifrare e pericoli sempre in agguato, non ha un attimo di tregua… Ora la resa dei conti si avvicina, e mentre una fitta rete di misteri la avvolge sempre più, lei ha una sola certezza: niente le impedirà di andare fino in fondo per scoprire cosa si nasconde dietro le sue origini. A movimentare la sua ricerca, però, arriva lui… Ma chi è questo essere affascinante e misterioso che impedisce a Charlotte di concentrarsi, che la distrae, e che le fa sentire un desiderio che non riesce a controllare?”